prestitimigliori.it - Cerca i Migliori Prestiti e Finanziamenti

Migliori Prestiti su pegno

Una volta che il prestito arriva a scadenza ci sono tre alternative: rimborsarlo e riavere indietro l’oggetto, chiedere il rinnovo del prestito oppure non rimborsare

Data Pubblicazione:

Prestiti su pegno miglioriUno dei finanziamenti più particolari che si possa richiedere è quello dei prestiti su pegno. Si tratta, sostanzialmente, di un finanziamento che viene concesso dietro presentazione di un oggetto di valore che viene, appunto, concesso in pegno.

 

La somma che si può ottenere dipende dal valore dell’oggetto o degli oggetti dati come pegno e, teoricamente, non ci sono grandi limiti al denaro ottenibile con questi finanziamenti perché molto dipende dal valore degli oggetti dati in garanzia.

 

A tal proposito, quali sono gli oggetti che possono essere scambiati per denaro contante? In linea di massima sono validi tutti quelli che possono essere facilmente venduti per ricavarne denaro. Tra gli esempi che possiamo fare ci sono i prestiti su pegno di pellicce, i prestiti su pegno di preziosi e i prestiti su pegno oro. Ovviamente ogni finanziamento viene concesso solo previa approvazione dell’oggetto da parte dell’istituto di credito, il quale analizza scrupolosamente il pegno stesso ai fini di una valutazione imparziale.

 

I prestiti su pegno migliori interessi dipendono dalla durata del finanziamento e dall’istituto di credito che li concede. Nel primo caso parliamo di una durata variabile da 3 a 12 mesi, mentre nel secondo caso ci sono varie alternative, come Unicredit Banca.

 

Una volta che il prestito arriva a scadenza ci sono tre alternative: rimborsarlo e riavere indietro l’oggetto o gli oggetti, chiedere il rinnovo del prestito oppure non rimborsare il finanziamento e far andare il bene all’asta. Secondo delle statistiche, i casi in cui gli oggetti del pegno vanno all’asta sono solo il 5% del totale.

 

I migliori prestiti su pegno, quelli concessi dal miglior banco dei pegni, possono venire richiesti anche dai cattivi pagatori e dei protestati, perché c’è la garanzia fornita da un oggetto reale e, di conseguenza, non ci sono virtualmente rischi per l’istituto di credito che concede il prestito stesso.

publisher
back to top